martedì 14 febbraio 2012

Quando ho cominciato a festeggiare S.Valentino


Io vado controcorrente: continuo a sentire persone non festeggiano S.Valentino o che lo festeggiano un altro giorno, non quando lo impone una festa comandata e blablabla.
Io invece ho iniziato solo l'anno scorso a festeggiare la festa degli innamorati, ecco perchè.

Non siamo una coppia di romanticoni, non amiamo consumismo e regali inutili: saremmo i candidati perfetti per snobbare la festa dell'amore (e infatti l'abbiamo fatto per quasi 10 anni).
Però, però.
Però siamo innamorati, quello sì. 
E forse è proprio perchè non siamo molto romantici per natura che festeggiare ci fa bene.
Sono convinta che le cose assumono il significato che noi stessi vogliamo dargli, almeno in parte, quindi sta a noi scegliere quale valore e con quali significati riempire questa ricorrenza. 
Mi sono resa conto che le principali obiezioni che sollevavo, in realtà, non reggono:

È una festa commerciale. Forse, se lo vogliamo. Ma nessuno ci obbliga a comprare o fare nulla se non lo vogliamo. Anche il Natale è diventato consumistico per molti, ma io lo festeggio lo stesso perchè ci credo, mica per la pubblicità.
È una festa comandata: o si è innamorati tutto l'anno o non ha senso. Be', ovvio l'amore non dura un giorno soltanto. Ma le ricorrenze sono simboliche: si festeggia il compleanno ma nessuno crede davvero che sia quello il giorno riservato all'invecchiamento, no?! ;-)

E allora perchè festeggiare S.Valentino?
Per mettere da parte tutte le altre cose piccole o grandi che occupano la nostra testa, anche solo per una sera.
Per concedersi il tempo per una coccola o una gentilezza che non sempre si trova il tempo di farsi.
Per dirsi o scriversi quel che non sempre riusciamo ad esprimere. (come diceva lei proprio stamattina, e come le dice lei le cose...)

Per me basta questo, l'amore è una merce preziosa. Amarsi è anche difficile e faticoso. Bisogna ri-innamorarsi ogni giorno e coltivare in continuazione questo sentimento, una giornata per festeggiare l'amore non basta di certo, ma non fa certo male. Ecco.


14 commenti:

  1. Come forse ti avevo detto non amo questa festa,ma amo mio marito ;), percui questa è comunque l'occasione per ribadirlo e magari preparare una lasagna tutta per lui!! Concordo con le tue tesi, più che convincenti, ora vado a leggere i pensieri di Lory.
    Auguri a te e tuo marito, per un amore sempre vivo, sentito e sincero.
    Kinà

    RispondiElimina
  2. sono molto d'accordo con te!è un momento da dedicarsi...approfittiamone!
    baci

    RispondiElimina
  3. Ecco, per me San Valentino non è la data fissata per un party a cui sono invitati solo gli innamorati, ma somiglia di più alla giornata mondiale della pace, per intenderci: è una data scelta per ricordare, dare importanza, cercare di sviluppare sempre di più un valore fondamentale nella vita di tutti. Perché l'amore va celebrato, come si celebra un evento importante.
    E come non sono solo le donne a celebrare la festa della donna, e non è solo chi compie gli anni a partecipare alla sua festa, non solo gli innamorati dovrebbero festeggiare la Giornata Mondiale dell'Amore...

    RispondiElimina
  4. Concordo pienamente con te... però ora devo convincere il marito!!!! Anche noi sono più di 10 anni che non la festeggiamo e ora penso che le motivazioni addotte non abbiano senso.... in fondo ci piace sempre celebrare feste e tradizioni che male c'è a dedicarne una a "Noi" e come dici tu per non farne una festa commerciale basta non spendere.... si può fare una cenetta casalinga e una torta golosa e coccolarsi senza uscire dalla comune spesa quotidiana.... e più o meno è così che mi regolo negli ultimi anni!!!!!!

    RispondiElimina
  5. hai espresso pienamente ciò che penso anchio!!
    le persone si lamentano senza capire che nessuno è obbligato ad uscire e spendere! però in molti lo fanno.. perchè??
    mah.. bella foto..

    RispondiElimina
  6. Bravissima !!! Condivido in pieno tutto quello che hai scritto.... anche perchè se badiamo al commerciale ogni giorno sarebbe uguale,almeno così si vive un po di più.

    RispondiElimina
  7. Verissimo, soprattutto da genitori in corsa, avere occasioni "comandate" è una risorsa! :-**

    RispondiElimina
  8. io da tanto mi sento un pochino finlandese e quindi ho augurato un Buon Ystävänpäivä... se vuoi scoprire cos'è passa da me ^___^
    Tante gioiose giornate
    nonnAnna

    RispondiElimina
  9. Hai proprio ragione! Posso invitarti a partecipare ad un gioco? Passa dame se vuoi. Ciao. http://wwwmammadibea.blogspot.com/2012/02/i-magnifici-7.html

    RispondiElimina
  10. Ciao, ho trovato per caso il tuo blog stamattina nei miei giri senza meta per il web e ne sono rimasta affascinata. Mi piace tantissimo: idee e suggerimenti utili e originali. Continuerò a seguirti! Vorrei tanto partecipare a cucIMPARA... Posso? Devi dire sì, perchè mi sono già iscritta alla newsletter! La lavagnetta per il menù è troppo carina, oltre che utile. Io pianifico i pasti da poco e devo dire che mi trovo benissimo. Risparmio tanto in spesa giornaliera e non svuoto più il frigo direttamente nel secchio dell'umido come facevo prima, ma utilizzo tutto quello che ho comprato, o meglio compro solo quello che so di utilizzare (alla fine è un cane che si morde la coda, in positivo però!)
    Baci e a presto
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carmen! Benvenuta ;-) Certo che puoi partecipare al cucIMPARA, mi fa molto piacere.

      Elimina
  11. ciao cara anche io come te sono d'accordo su quello che hai detto.... io nn penso che queste feste si sono commercializzate ecc ha me piace perchè come hai detto tu è bello potersi dedicare + tempo alla persona amata e lasciare da parte i propri impegni e pensieri passa a trovarmi sul mio blog mi farebbe piacere http://danielainrosa.wordpress.com

    RispondiElimina

lunga è la foglia, stretta è la via...
dite la vostra, che ho detto la mia!