venerdì 4 febbraio 2011

cucina {MOLTO} creativa!

oggi esperimenti di cucina creativa, talmente creativa e originale che… non c’entra nulla con il cibo!

se pensavate di trovare una ricettina sfiziosa, avete sbagliato post ;-)

ma cominciamo dal principio…

premessa: ultimamente noemi è attratta da penne e matite, le piace provare a scarabocchiare! ho pensato che per la sua età la cosa più adatta siano i pastelli a cera, ma al momento la manualità della giovane artista non è proprio agile: impugnare il pastello è un tantino difficile, più facile finire per romperlo!

detto questo… avete presente i rimasugli di pastelli a cera, i piccoli mozziconi che rimangono dopo tanto colorare? vi dispiace buttarli ma non sapete come riutilizzarli?

allora continuate a leggere…

raccattate tutti i mozziconi di pastelli che trovate in fondo ai portamatite e agli astucci di casa.

armatevi di pazienza e “sbucciateli”: togliete la carta che li ricopre ed eventualmente eliminate i residui di colla. (sarà che i miei pastelli erano un po’ datati, ma la carta non si voleva proprio staccare. ho dovuto usare un coltellino affilato!)pastelli

tagliate i pastelli a pezzetti e disponeteli in uno stampino che possa andare in forno. io ho utilizzato i contenitori di recupero di cui avevo già parlato qui. pastelli2

infornate a 100°-120° finché i pastelli non si saranno completamente sciolti, poi lasciate raffreddare e indurire… pastelli3

con un po’ di delicatezza togliete la cera dagli stampi e… voilà!

tortini arcobaleno per allietare i pomeriggi dei vostri bimbi! (ve l’ho detto che qui si trattava di cucina VERAMENTE creativa!)pastelli4  pastelli6pastelli5

come sempre, prima di proporvi questa “ricetta” l’ho fatta testare all’esperta…  pastelli7l’apprendista scarabocchiatrice dice che questi tortini arcobaleno si possono impugnare in qualsiasi modo e scrivono sempre, senza rompersi (almeno per ora).

ah! la mia piccola cavia, approfittando di un attimo di mammesca disattenzione, ha anche dato un leccatina… giusto per assicurarsi che del buon cibo non andasse sprecato :-/  

che aspettate, correte a cercare pastelli da cucinare riciclare e… buon appetito ehm, buon divertimento!

linda

 

 

14 commenti:

  1. Questo riciclo colorato funziona sempre a meraviglia! Bellissima la cavia... ehm, artista!!!

    RispondiElimina
  2. Bellissima idea e bellissima bimba :)

    RispondiElimina
  3. Bellissima idea! E la tua pupa è UN AMORE!

    RispondiElimina
  4. Così su due piedi un' assaggiatina l'avrei data anche io...sembrano proprio appetitosi!!!

    RispondiElimina
  5. brava!!!
    Si vede prorpio che Noemi ha apprezzato!!
    bella idea, ora ci provo anche io!
    e pensare che in una fiera avevo visto qualcosa del genere e te la facevano pagare un mucchio!
    le tue idee sono sempre splendide!
    buona giornata e buon week end!
    un abbraccio CRI

    RispondiElimina
  6. Ma che moRRRsi gli darei, alla Noemi!!!
    A prop delle cere, quando era piccola Clau all'ikea avevano degli splendidi pastelli assolutamente ergonomici per le loro paffute manozze da 1-2enni: si impugnava una specie di piccola trottolina dalla quale sporgeva un'escrescenza con la quale disegnare: peccato da anni non li facciano più!

    RispondiElimina
  7. ma che bellissima idea! e l'artista è stupenda
    ros

    RispondiElimina
  8. :D che amore la tua piccola artista, direi che così i pastelli sono decisamente più interessanti.
    Una curiosità: rilasciano odore quando li cucini? ^^
    baci
    Giuliedda

    RispondiElimina
  9. ma è bellissimo questo esperimento grazie mille ^_^

    RispondiElimina
  10. @giuliedda: mentre sono in forno si sente il tipico odore di pastello a cera, ma non in modo fastidioso. e sopratutto, una volta finito di "cucinare" l'odore non rimane... molto peggio quando si cucina il pesce, per intenderci! ;-)
    era un effetto collaterale che temevo anche io, fortunatamente non ce n'era motivo!

    RispondiElimina
  11. Ma con una consulenza così non si può che approvare ad occhi chiusi... quanto è bella!!! Qui stiamo facendo scorta di pezzetti ;-)

    RispondiElimina
  12. Quando in casa ci sono artisti così piccoli, i pastelli spezzettati non mancano mai! Anche noi un paio di anni fa abbiamo fatto la "ricottura", fondendo prima la cera sul fornello e poi mettendo in forma a freddare nelle vaschette dal ghiaccio dell'ikea. Pesciolini, cuori e stelline coloratissimi.
    La tua pittrice è bellissima, le mando un bacino!

    RispondiElimina
  13. Che bella idea! domani infornerò anche io!

    RispondiElimina

lunga è la foglia, stretta è la via...
dite la vostra, che ho detto la mia!