mercoledì 12 settembre 2012

Sughi pronti per l'inverno

Visto che la mia tabella di marcia per la conserve da preparare in vista dell'inverno ha riscosso successo, eccovi alcune ricette.

Parto dal re delle conserve: sua maestà il  Pomodoro.

Ci sono decine e decine di metodi per conservare i pomodori in vista dei mesi freddi: essiccati, congelati, al naturale... io opto per la soluzione più pratica: qualcosa che sia pronto e subito utilizzabile all'occorrenza. 

Le ricette che trovate qui di seguito, infatti, sono per sughi pronti, cotti e conditi che basterà aprire e versare sulla pasta. 

Vi piace l'idea?



1) La passata di pomodoro
È la ricetta base, insomma l'ABC delle conserve casalinghe. Di ricette ne esistono a centinaia, io vi suggerisco la mia preferita: niente passaverdura, nè operazione "sbucciamento", ne macchinette utili ma costose. Solo fornello, pentolone e minipimer. Per i dettagli vi rimando dalla mia amica Francesca, che, come me, ama stare in cucina ma ama anche i trucchi per non perdere tempo.

Una volta preparata la vostra passata potete conservarla così com'è (per preparare in seguito sughi o da usare sulla pizza) oppure passare alla fase due: i sughi pronti.


2) Sugo olive nere e capperi
Ingredienti: 800gr di polpa di pomodoro - 130gr di olive nere - 70gr di capperi - una cipolla - 3 spicchi d'aglio - olio EVO

Se utilizzate capperi sotto sale sciacquateli abbondantemente sotto l'acqua corrente. 
Sbucciate l'aglio e mettetelo a soffriggere in una pentola capiente con abbondante olio, tritate finemente la cipolla e fatela dorare. Togliete l'aglio. Dopo cinque minuti circa aggiungete la polpa di pomodoro le olive e i capperi. Cuocete tutto a fuoco dolce e mescolando spesso, per circa 20 minuti. 
Se NON usate capperi sotto sale, salate leggermente. A vostro gusto potete aggiungere origano, timo o basilico.
Invasate il sugo bollente in vasi perfettamente puliti, chiudete e capovolgete i barattoli appoggiandoli su un piano possibilmente in legno.
Una volta raffreddato verificate che si sia formato il sottovuoto (in caso contrario io procedo a sterilizzare bollendo per 25/30 minuti), etichettate e mettete in dispensa.


3) Sugo alle melanzane
Ingredienti: 800gr di polpa di pomodoro - 4 melanzane medie - una cipolla - 3 spicchi d'aglio - olio EVO - sale - origano

Lavate e mondate le melanzane e tagliatele a dadini o striscioline. Disponetele in un colapasta, cospargetele di sale e adagiatevi sopra un piatto e un peso (io ho usato un pacco di riso). Lasciate riposare per alcune ore, in questo modo le melanzane perdono il liquido di vegetazione che le può rendere amarognole.
Affettate la cipolla e fatela dorare in una pentola con l'olio e gli spicchi d'aglio leggermente schiacciati. Dopo cinque minuti eliminate l'aglio e unite i cubetti di melanzana, precedentemente strizzati a asciugati con della carta da cucina. Mescolate spesso finchè le melanzane avranno preso colore su ogni lato. Aggiungete la passata di pomodoro, salate e cuocete per circa 20 minuti. A fine cottura aggiungete l'origano.

Invasate il sugo ancora bollente, chiudete e capovolgete i barattoli. Verificate che si sia formato il sottovuoto (in caso contrario sterilizzate bollendo per 25/30 minuti), etichettate e mettete in dispensa.



4) Sugo alle verdure
Ingredienti: 200 gr di verdure miste (peperoni, cipolla, carota, melanzana, sedano...) - 1kg di passata di pomodoro - 3 spicchi d'aglio - sale - olio EVO

Lavate e tritate le verdure nel mixer. In una pentola fate dorare l'aglio leggermente schiacciato con 5 cucchiai di olio. Eliminate l'aglio e unite il mix di verdure, mescolate spesso. Quando le verdure sono dorate unite un mestolino di acqua tiepida, otterrete una sorta di brodo concentrato. Continuate a cuocere per alcuni minuti poi unite il pomodoro, salate e cuocete per almeno 20 minuti.
Invasate, raffreddate, etichettate e blablabla. Come sopra.


Postilla: non è mai superfluo ricordare alcune piccole regole per conserve sicure...
- usate vasetti sterilizzati, invasate caldissimo e rovesciate
- oppure sterilizzate bollendo in una pentola (sul cui fondo avrete adagiato uno strofinaccio), l'acqua deve coprire completamente i vasetti, dopo 20/30 minuti spegnete e lasciate raffreddare in acqua
- conservate in luogo fresco, asciutto e buio
- se al momento di consumare le preparazioni i vasetti presentano anomalie (tappo rigonfio, colore/odore strano) non mangiatene, meglio buttare un vasetto di sugo che finire in ospedale.
- etichettate sempre riportando nome della preparazione e data


8 commenti:

  1. Evviva!questo weekend mi applico!Grazie!
    Un bacione!
    G.

    RispondiElimina
  2. Domani e venerdì altre ricettine! Stay tuned :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) blablabla come sopra... sei un fenomeno!
      Ho fame.

      Elimina
  3. domanda da ignorantona quale sono: perchè mettere in vasetti sottovuoto e non congelare? (io infatti il sugo spesso lo congelo, quando lo faccio con materie prime non congelate, ovviamente)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Congelare va benissimo. Io invaso perchè il freezer lo riempio con altre cose (pesto, ragù, piatti pronti, verdura...)
      Poi i vasetti sono immediatamente pronti all'uso, anche se in realtà con il microonde anche i sughi congelati sono pronti in un baleno.

      Elimina

lunga è la foglia, stretta è la via...
dite la vostra, che ho detto la mia!